Il Cagliari ai Premi Ussi 2023

Il Cagliari ai Premi Ussi 2023

Questo pomeriggio si è svolta a Carbonia la cerimonia di consegna dei premi USSI Sardegna, la manifestazione annuale organizzata dai giornalisti sportivi dell’Isola, dedicata ad atlete, atleti, squadre sarde che maggiormente si sono messe in evidenza nell’ultima stagione.

Protagonista della promozione in Serie A, arrivata dopo un'emozionante cavalcata che ha portato alla conquista dei playoff, il Cagliari è stato premiato con il direttore Business e Media, Stefano Melis, mister Claudio Ranieri e Simone Aresti. L’allenatore rossoblù ha inoltre ricevuto il premio Astori: istituito sei mesi dopo la scomparsa dell’ex giocatore di Cagliari, Roma e Fiorentina, il riconoscimento viene attribuito ad un personaggio del mondo del calcio che sposa gli stessi valori portati avanti nella sua carriera da Davide. A consegnarlo i genitori di Davide, Giovanna e Renato Astori, insieme al fratello Bruno. Durante la cerimonia è stata premiata anche la Fondazione Carlo Enrico Giulini, con la presidentessa Ilaria Nardi, per i suoi progetti in ambito sociale.

"Ricevere il premio USSI è per il Club un grande motivo di orgoglio", spiega Melis. "Per ciò che rappresenta e perché celebra ancora una volta una stagione memorabile, non solo per come si è conclusa ma perché è stata un viaggio lungo, tortuoso, dove tutte le componenti societarie si sono unite e alimentate a vicenda per un risultato comune. Un anno fa ci siamo riorganizzati, mettendo la programmazione, il pragmatismo, la voglia di essere sempre più vicini ai tifosi al centro della nostra attività. Ci siamo riusciti, ci stiamo riuscendo grazie allo spirito e al senso di appartenenza del gruppo e del mister con il suo staff, ingredienti ideali per continuare a lavorare inseguendo il nuovo traguardo: la salvezza nella Serie A che abbiamo riconquistato".

Così Simone Aresti: "Quella scorsa è stata una stagione incredibile, una promozione da sogno ottenuta perché tutto l'ambiente si è unito, a cominciare dai tifosi. È la loro vittoria, oltre che del gruppo e della Società. Ora stiamo proseguendo su quella strada, sappiamo che è difficile ma ogni giorno lavoriamo per migliorare e riuscire nei nostri intenti". Un pensiero per Davide Astori: "Ho avuto il privilegio di conoscerlo e giocarci insieme a Cagliari, un ragazzo splendido, esempio in ogni aspetto, la sua mancanza si sente sempre".

"Sono emozionato e commosso nel raccogliere questo premio intitolato ad una persona meravigliosa come Davide Astori", le parole sentite del mister rossoblù. "I valori dello sport devono essere i più positivi perché entriamo nelle case di tantissime persone, tifosi e avversari ma prima di tutto appassionati: ecco perché ciascuno di noi deve impegnarsi nell'evitare alibi, scusanti, liti, inutili polemiche. Lo sport è competizione, esiste la vittoria come la sconfitta, ciò che conta è dare tutto, essere leali e rispettosi verso il prossimo. Questo ciò che cerco di perseguire ogni giorno dentro e fuori dal campo, questi i valori che mi sono stati insegnati e che cerco di trasmettere".