MATCH REPORT 📋

MATCH REPORT 📋

Un ottimo Cagliari perde contro la Juventus ma esce a testa alta dall’Allianz Stadium. Nella ripresa i bianconeri segano due reti grazie a dei calci piazzati: in gol Bremer e Rugani. Ci pensa Dossena a 15 minuti a riaprire la gara; pochi minuti più tardi lo stesso difensore colpisce il palo ancora di testa. Si chiude sul 2-1.

LE SCELTE
Mister Ranieri sceglie Scuffet tra i pali; in difesa, da destra verso sinistra, Zappa, Dossena, Goldaniga e Augello; in mediana Prati e Makoumbou con Jankto, Viola e Luvumbo a supporto di Petagna.

CAGLIARI SOLIDO 
Partita che inizia subito a ritmi molto alti, la Juventus prova a spingere ma un Cagliari ordinato mette in difficoltà la squadra bianconera. Sono infatti rossoblù le prime occasioni della partita con Viola e Zappa al 9’ e 11’ che impensieriscono Szczęsny. Il primo pericolo bianconero arriva con Federico Chiesa che direttamente da punizione calcia alto al 17’. Altro squillo rossoblù al 24’, Dossena di testa, su un calcio d’angolo battuto da Viola, colpisce alto.
Superata la mezzora di gioco la Juventus si fa pericolosa prima con un inserimento di Kean bloccato da un’ottima uscita di Scuffet al 32’; tre minuti dopo sempre Kean dalla sinistra trova al limite dell’area Cambiaso che calcia sopra la traversa. Juventus vicina al vantaggio al 43’ con McKennie che si inserisce perfettamente su un cross di Kean: palla fuori di poco. Si va così a riposo sul punteggio di 0-0.

VANTAGGIO JUVENTUS
Cambia nell’intervallo il Cagliari: fuori Petagna, dentro Lapadula. Pronti via, Chiesa al 46’ fa il primo tiro in porta della partita: Scuffet blocca. Parte fortissimo la Juventus nella seconda frazione, prima Kean e poi ancora Chiesa impensieriscono la difesa rossoblù. Al 54’ e 55’ doppia occasione bianconera: Scuffet salva su Chiesa, che si trova la palla in area dopo un batti e ribatti su una palla messa al centro da Kostic, poi Gatti di testa colpisce fuori sul calcio d’angolo seguente. Al 60’ Bremer sblocca il risultato colpendo di testa su una punizione battuta da Kostic. Dieci minuti dopo raddoppiano i bianconeri con Rugani che concretizza un calcio d’angolo.

FORCING FINALE
Con gli ingressi di Oristanio e Shomurodov, i rossoblù passano al 442. Al 75’ accorcia le distanze il Cagliari: Dossena di testa su calcio d’angolo trova il suo primo gol in Serie A. Al 82’ Szczęsny sfiora e nega la doppietta a Dossena che sempre di testa mette in pericolo la difesa bianconera. Per i minuti finali Pavoletti sostituisce Jankto. Il Cagliari ci prova ma la Juventus regge e la partita termina con una vittoria dei bianconeri.

JUVENTUS: Szczęsny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso (Nicolussi 88’), McKennie, Locatelli, Miretti (66’ Iling-Junior), Kostic; Kean (66’ Vlahovic), Chiesa (81’ Milik). - A disp.: Pinsoglio, Perin, Huijnsen, Yildiz, Nonge. - All. Allegri
CAGLIARI: Scuffet, Zappa, Goldaniga, Dossena, Augello, Jankto (Pavoletti 88’), Prati, Makoumbou, Viola (66’ Oristanio), Luvumbo (72’ Shomurodov), Petagna (46’ Lapadula). - A disp.: Radunovic, Aresti, Mancosu, Deiola, Hatzidiakos, Pereiro, Wieteska, Sulemana, Pavoletti, Obert, Azzi, Dessous. - All. Ranieri
ARBITRO: Piccinini di Forlì
AMMONITI: McKennie 57’, Luvumbo 71’, Kostic 81’, Cambiaso 87’ 
RETI: Bremer 60’, Rugani 70’, Dossena 75’