MATCH REPORT 📋

MATCH REPORT 📋

Sconfitta interna per i rossoblù, che cedono 2-0 all’Inter all’Unipol Domus. Nel primo tempo i gol di Dumfries e Lautaro Martinez. Inutile la riscossa della ripresa guidata da Luvumbo

LE SCELTE
Ranieri opta per Pavoletti  davanti con Nandez a supporto, sui lati ci sono Oristanio e Jankto. In mediana Sulemana e Makoumbou. Davanti a Radunovic, la difesa è formata da Zappa, Obert, Dossena e Augello.

INTER PADRONA
I nerazzurri partono forte e calciano in porta con Barella (alto), Bastoni (respingono Radunovic e Dossena), quindi Lautaro che al 14’ coglie il palo col sinistro in diagonale da dentro l’area. Al 16’ si fa vedere il Cagliari, ma l’incornata di Pavoletti è fuori misura. L’Inter passa al 21’ con Dumfries, imbeccato sulla catena di destra da Thuram e implacabile col diagonale. Il Cagliari potrebbe pareggiare al 23’, quando Nandez in profondità scatta bene ma il suo sinistro sul primo palo è deviato in corner dal ripiegamento di Calhanoglu. Al 27’ ancora Pavoletti alto di testa, e al 30’ Lautaro fa bis: grande giocata di qualità del “Toro” che è freddissimo nel controllare ai sedici metri e trafiggere di giustezza Radunovic. 

LA GARA NON SVOLTA
Ranieri dopo l’intervallo (alla mezzora Zito Luvumbo aveva rilevato l’infortunato Pavoletti) sceglie Di Pardo per Oristanio, poco dopo Azzi per Jankto. L’Inter controlla, succede poco o nulla, se non alcune sfuriate di qualità e velocità di Luvumbo che sembra dare vigore al Cagliari. Si arriva così al 72’ quando Luvumbo con una grande giocata dribbla in area e va a terra, il rigore però non viene ravvisato da Fabbri e i suoi collaboratori. Il Cagliari spinge per tutto il finale ma non sfonda, Luvumbo mette in apprensione la difesa interista ma non arriva il guizzo giusto per riaprirla. All’85’ Cahlanoglu incoccia sul secondo palo di giornata per l’Inter, col piatto destro che sibila alla destra di Radunovic. Al 90’ ennesima grande azione di Luvumbo a sinistra, palla sul secondo palo ad Azzi che ha la grande chance per segnare ma il sinistro è debole e Sommer para. Finisce 0-2.