SALA STAMPA 🎙

SALA STAMPA 🎙

Dopo il pareggio di Cittadella, Claudio Ranieri commenta così la prestazione dei rossoblù analizzando ad ampio spettro il momento.

GARA DAI DUE VOLTI
"Abbiamo fatto meglio primo tempo, quando Kastrati ha salvato in diverse occasioni. Nella ripresa sicuramente meno bene, non siamo riusciti a creare ciò che serviva per vincerla, dovevamo essere più bravi nel saltare l'uomo e mettere palloni di qualità, non ce l'abbiamo fatta ed è stato complicato cercare la via del gol".

APPLAUSI ALL'AVVERSARIO
"Vanno fatti i complimenti al Cittadella e a Edoardo Gorini, che ha forgiato una squadra molto organizzata. Nello studiare l'avversario ero rimasto stupito dal fatto che avessero meno punti di quanto meritato, sono maestri nel battagliare e chiudere ogni spazio, qui non vince da settembre e oggi c'era il rischio di essere la vittima perfetta. Sono soddisfatto per non avere subito gol né concesso opportunità, ripartiamo da qui".

I SINGOLI
"Pavoletti ha subito una distorsione alla caviglia contro il Como e aspettiamo a trarre conclusioni, monitoriamo la situazione con i medici prima di pronunciarci. Griger? Sono contento di come è entrato, del suo atteggiamento e di quello dei ragazzi, che hanno interpretato la gara nel modo migliore per quello che era il contesto odierno. Kourfalidis? Una prestazione stupenda, non voglio che si monti la testa ma ha davvero dato l'impressione di poter diventare un calciatore di alto livello, deve continuare così".

MENTALITÀ DA CADETTERIA
"La Serie B è difficile, per tutti coloro che sono scesi è complicato e quindi occorre calarsi nella mentalità di un torneo in cui si combatte su ogni pallone. Oggi cogliamo il terzo risultato utile consecutivo, non abbiamo subito gol, ci siamo confermati attenti e applicati su quello che c'è da fare. Tutto inizia dalla solidità e dal tenere la porta imbattuta, poi i gol nostri arriveranno sicuramente".