SALA STAMPA 🎙️

SALA STAMPA 🎙️

“Arrivo a Cagliari con entusiasmo, sicuro di trovarmi in una tappa fondamentale della mia carriera. Sono anche curioso di scoprire un’isola che non conosco, la cultura sarda mi affascina”: non solo calcio nelle prime parole di Nicolas Viola da giocatore del Cagliari. Di seguito il suo intervento dalla sala stampa dell’Unipol Domus.

VOGLIA DI RIPARTIRE
“Vengo da una stagione dove ho giocato poco ma che mi ha insegnato tanto dal punto di vista umano e professionale. Adesso per me arriva una nuova esperienza, ho voglia di ripartire ed è un sentimento che condivido con tutta la società. Non vedo l'ora di mettermi in gioco e dare tutto per la squadra”.

LE INSIDIE DELLA B
“Il campionato di B è complesso, molto diverso dalla Serie A. Per far bene è necessario fare massima attenzione ai dettagli, abbiamo un allenatore che cura tutto nei minimi particolari e questo mi dà fiducia. La base è iniziare da subito con il giusto entusiasmo”.

IMPARARE DAGLI ERRORI
“Nella mia carriera ho vissuto due promozioni, ma conosco anche la delusione della retrocessione. Per ripartire è necessario imparare dagli errori commessi e cercare di non ripeterli, sono sicuro che i miei compagni abbiano tratto insegnamento da ciò che è accaduto la scorsa stagione”.

ACCOGLIENZA POSITIVA
“Sin dal mio arrivo stato accolto con affetto dai ragazzi, molti li conoscevo già. Ringrazio anche i tifosi che mi hanno trasmesso subito fiducia. Non faccio proclami, ma posso garantire che ce la metteremo tutta ogni partita”.

IL RUOLO
“Ho giocato in tutti i ruoli del centrocampo, quelli dove mi sento più a mio agio sono il play e la mezzala. Mi piace giocare come regista e credo che questa mia attitudine si sposi bene con il gioco propositivo del mister. In ogni caso sarà lui a decidere dove mettermi campo”.

SUPPORTO AI GIOVANI
“Alle mie spalle ho più di trecento partite, so di poter dare una mano ai giovani e mi piace parlare con loro. In Serie B oltre la tecnica conta correre, la parte fisica è fondamentale. Ci stiamo già allenando duramente e questo ci renderà più forti in futuro”.

L'INTERVISTA AI MICROFONI DEL CLUB