La Commissione Tesseramenti, nella riunione tenutasi a Roma il giorno 11 giugno 2002 ha adottato la decisione "Irricevibile" riguardo al tesseramento di Antonio Langella e di altri calciatori. La decisione è stata presa in quanto, nella precedente riunione del 24 maggio 2002 per il ricorso intentato dal Fano contro il Forlì (camp. Interregionale) riguardo il giocatore De Agostini, la Commissione Tesseramenti, diversificando il tesseramento tra società dilettantistiche e società delle Leghe professionistiche ha riconosciuto a queste ultime la validità del visto di esecutività che attesta il tesseramento e l’utilizzo del Calciatore a partire dal giorno successivo al rilascio del visto. Con questa decisione, o meglio precisazione, svanisce nel nulla il Caso Langella.