PREVIEW 📄

PREVIEW 📄

Gli ultimi fuochi di una magnifica estate per lo sport italiano hanno lasciato spazio alle scintille del nuovo campionato. Dopo le partite del fine settimana, ecco i posticipi del lunedì: tocca anche al Cagliari scendere in campo, all’Unipol Domus contro lo Spezia. Una piccola bestia nera, se è vero che l’anno scorso i rossoblù hanno raggranellato nel doppio confronto diretto 1 punto in due gare e anche il match casalingo del 2016-17 in B si risolse con una clamorosa vittoria degli ospiti. Niente di meglio che infrangere la tradizione avversa, per partire col piede giusto in una stagione da vivere tranquillamente.

IL VALORE DELLA CONTINUITA'
Le prime due giornate di campionato, col mercato aperto e la possibilità che le squadre cambino faccia nel giro di ventiquattr’ore, sono poco attendibili in un’analisi generale dei valori complessivi. C’è bisogno di tempo, le squadre devono assimilare e sviluppare le teorie degli allenatori. Il Cagliari sotto questo profilo parte avvantaggiato, si presenta ai nastri di partenza con le certezze accumulate nell’ultimo, trionfale scorcio della stagione passata; un disegno di gioco che però giustamente Leonardo Semplici vuole perfezionare. Se l’anno scorso ci si muoveva in una situazione di emergenza, adesso si ricomincia da zero. Ma i punti fermi ci sono sempre: Cragno, Joao Pedro, Marin, Pavoletti, tanto per citarne qualcuno. Il telaio ha acquisito esperienza e classe con l’inserimento di un giocatore navigato come Kevin Strootman, apparso fresco e motivato nella sua nuova esperienza, e una freccia di nome Dalbert, talento non ancora espresso secondo le sue potenzialità, ma che a Cagliari potrebbe trovare l’ambiente giusto. Semplici insiste sulla mentalità: vuol vedere una squadra più offensiva, che non si arrenda mai e che vada su ogni campo disposta ad imporre la propria filosofia.

SPEZIA DA NON SOTTOVALUTARE
Lo Spezia, affidato alle cure di Thiago Motta, è un cliente scomodo. Ha vissuto un'estate turbolenta per forze di cose, non ha avuto la possibilità di disputare molti test in pre-campionato; in Coppa Italia però ha confermato di avere qualità. Il nuovo allenatore potrà dare senz'altro nuovo entusiasmo e la squadra arriva all'Unipol Domus con la testa sgombra dalle pressioni. Il ricordo delle partite dell'anno scorso è ancora vivo; quindi guai a sottovalutare un avversario che già l'anno scorso ha dimostrato di sapere quel che vuole e come ottenerlo.

BENTORNATI, TIFOSI!
Finalmente l’Unipol Domus torna a riempirsi, per quanto non ancora al massimo della capienza. I rossoblù tornano quindi a guadagnare alleati preziosi: i tifosi, col loro il calore, che l’anno scorso è mancato, ai giocatori come a tutti. Su questo fa affidamento Leonardo Semplici per contabilizzare sotto forma di punti la passione della sua gente.

COME SEGUIRE LA GARA
Potrete seguire la web cronaca di #CagliariSpezia sul nostro sito e sull'app ufficiale disponibile per iOS e Android. Aggiornamenti in tempo reale e contenuti esclusivi dall'Unipol Domus su Facebook, Twitter e Instagram.