Augsburg-Cagliari 3-1

Augsburg-Cagliari 3-1

Il Cagliari continua il suo percorso di avvicinamento al nuovo campionato sfidando in Germania l’Augsburg: si alza il livello delle amichevoli rispetto alle precedenti uscite. Nonostante la sconfitta, arrivata contro una squadra più avanti nella preparazione e pronta per il debutto in Bundesliga, segnali positivi dalla WKK Arena: Cagliari sicuramente meglio nella ripresa, impreziosita da un gol di João Pedro di pregevole fattura dopo una bella galoppata di Ceter sulla destra. Sugli scudi Cragno, sempre pronto e determinante quando chiamato in causa. I rossoblù tornano a casa con minuti in più sulle gambe e pronti ad affrontare la nuova parte del ritiro ad Aritzo, dove il 4 agosto sfideranno l’Olbia nella quinta edizione del trofeo Sardegna. Presenti oggi allo stadio circa 150 tifosi rossoblù sugli spalti con l’immancabile bandiera dei quattro mori al seguito. 

IL PRIMO TEMPO
Leonardo Semplici sceglie il 3-4-1-2 con Cragno tra i pali e Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis in difesa. A centrocampo Zappa e Dalbert sono gli esterni, con Deiola e Strootman nel mezzo. Sulla trequarti è Marin a dare sostegno alla coppia d’attacco formata da Joao Pedro e Simeone. Non è della gara Pavoletti, che ha sofferto un leggero affaticamento ai flessori: il numero 30 rossoblù ha comunque svolto l’allenamento pre-partita insieme ai compagni. Al 14’ l’Augsburg si fa vedere in avanti, bravo Cragno a mandare in angolo un colpo di testa di Hanh da distanza ravvicinata. Il vantaggio dei tedeschi arriva al 17’ con Vargas, che sfruttando un cross rasoterra di Winther dalla destra anticipa Cragno e insacca in rete. Alla mezz’ora Marin serve Simeone in profondità, l’argentino trova l’aggancio ma non il tempo per concludere verso la porta. Il raddoppio dell’Augsburg arriva al 37’: azione sviluppata ancora sulla corsia di destra da Hanh, bravo a prendersi il fondo e servire in area di rigore l’accorrente Jensen, che con freddezza batte il portiere rossoblù. Al 39’ Hanh imprendibile sulla destra, è Vargas stavolta a sfruttare il suo assist dalla fascia siglando il 3-0. Reazione rossoblù al 43’ con Dalbert che mette in mezzo per Simeone, trovando però l’opposizione del portiere tedesco. 
.
LA RIPRESA
Nessun cambio per Leonardo Semplici che conferma lo stesso 11 con cui ha cominciato la partita. Primo squillo rossoblù al 50’, ma il cross dalla sinistra di Dalbert è lungo per gli attaccanti. Al 53’ e al 57’ si rifanno pericolosi i padroni di casa: prima con un’imbucata di Niederlechner, poi con un tiro di Gruezo dalla distanza. Entrambi non trovano lo specchio della porta. Al 60’ Marin si esibisce in uno dei suoi tipici strappi sulla trequarti, liberando poi il destro dai 25 metri che si spegne sull’esterno della rete. Grandissima parata di Cragno al 63’ su Finngobason, il finlandese aveva calciato a botta sicura da distanza ravvicinata. Si alzano i ritmi e al 66’ Joao Pedro, dopo una bella azione corale, ha sul destro l’occasione per accorciare le distanze: da posizione defilata sulla sinistra il brasiliano tenta il tiro a giro, manca la precisione. Si riaffaccia in avanti l’Augsburg al 79’ con Finnbogason che serve Malone in area, fuori misura la sua conclusione. All’82’ Ceter scappa via sulla destra e mette in mezzo per Joao Pedro, abile nell’anticipare tutti e battere Gikiewicz con un bellissimo colpo di tacco che fissa il risultato sul 3-1. 
.
Augsburg: Gikiewicz, Pedersen (46' Iago, 81' Zehnter), Gouweleeuw (22' Schimdt), Niederlechner (68' Dell'Erba), Gruezo, Moravek (46' Gregoritsch), Vargas (68' Gunther), Jensen (46'Finnbogason) , Winther, Hahn (68' Malone), Framberger. (76' Jakob) A disposizione:  Koubek.

Cagliari: Cragno, Walukiewicz (73' Altare), Carboni, Lykogiannis, Zappa, Dalbert (64' Ceppitelli), Strootman, Marin, Deiola (64' Rog, 76' Oliva), Joao Pedro (89' Cerri), Simeone (64' Céter). A disposizione: Aresti, Radunović;Obert; Biancu, Caligara, Cavuoti; Pereiro, Pavoletti.

Arbitro: Bacher

Marcatori: 17'e 39' Vargas (A), 37' Jensen (A), 82' Joao Pedro (C)

Ammoniti: Joao Pedro, Dalbert, Strootman, Dell'Erba (A), Gregoritsch (A)