Di Francesco: “La squadra è in crescita”

Di Francesco: “La squadra è in crescita”

Il Cagliari torna alla Sardegna Arena dopo il vittorioso blitz di Torino; avversario di turno il Crotone, una compagine che il tecnico Eusebio Di Francesco invita a non sottovalutare: “Ha un allenatore che sa far giocare bene le sue squadre. Il Crotone è aggressivo, ci prova sempre, è coraggioso, l'ha dimostrato sia contro il Sassuolo che contro la Juventus”.

LA FASE DIFENSIVA
“I ragazzi stanno mostrando grande applicazione e voglia di stare dentro le pieghe della partita. Una settimana fa avevo affermato che dovevamo crescere in equilibrio e continuità: per questo è fondamentale per esempio il rendimento dei due mediani che devono lavorare insieme, come i due centrali di difesa. Spetta a loro dare le coperture, spingere la squadra con aggressività, dare alternative ai compagni. Non è facile applicare ciò che richiedo, ma già avere raggiunto un ottimo livello per me è importante. Le grandi prestazioni nascono dalla fase difensiva; sono contento di quel che stiamo facendo, per essere ancora più competitivi dobbiamo migliorare e prendere qualche gol in meno: occorre comunque considerare anche le qualità degli avversari”. 

MIGLIORARE L'APPROCCIO
“Ci è capitato di subire gol all'inizio dei due tempi, sicuramente dovremo alzare il livello di attenzione. Anche a Torino è successo, non importa se la responsabilità sia del singolo o di reparto; nei primi minuti della ripresa l'approccio non è stato dei migliori, al di là del gol concesso abbiamo sbagliato troppo e permesso ai granata di prendere in mano le redini della partita”.

GESTIONE E PROFONDITÀ
“Personalmente mi piacerebbe vedere la squadra gestire di più il possesso palla, ma qui occorre considerare le caratteristiche dei giocatori. Possiamo migliorare a livello di palleggio, però abbiamo calciatori che danno il meglio quando vanno in verticale e ribaltano l'azione: vedi Nandez, Zappa e Sottil che hanno gamba e più capacità di andare negli spazi piuttosto che di gestire il pallone negli spazi stretti”.

CONTINUITÀ DI RISULTATI
“Naturalmente i risultati aiutano ad accrescere l'autostima. Nel calcio è inutile lavorare bene se non arrivano i risultati, ma questi passano solo attraverso il lavoro che stiamo facendo”.