Zenga: “Andiamo a giocarcela”

Zenga: “Andiamo a giocarcela”

La partita di andata alla Sardegna Arena è ancora fissa nel ricordo di squadra e tifosi: durante i 7 minuti di recupero la Lazio capovolse lo svantaggio e si involò verso la vetta della classifica. Walter Zenga non pensa al passato: “Conta sempre la gara che vai a giocare. E bisogna farlo con grande attenzione: loro recuperano diversi elementi, prima del lockdown era la squadra che giocava meglio insieme ad Atalanta e Sassuolo. Adesso hanno avuto difficoltà a recuperare dalla fatica di giocare una volta ogni tre giorni. Inzaghi ha fatto un lavoro straordinario, anche contro la Juventus la Lazio è stata in partita sino alla fine. Andiamo a giocarcela, penso che sarà un bell'incontro”.

CON UNO IONITA IN PIÙ
“Recuperare un giocatore come Artur in questo periodo della stagione è fondamentale. È più fresco rispetto ai compagni, non avendo giocato l’ultima gara, può ricoprire diversi ruoli. Anche Ladinetti però sabato quando è entrato ha fatto bene. Abbiamo diversi giovani interessanti che potrebbero trovare spazio nelle ultime partite del campionato”.

RIPENSANDO AL SASSUOLO
“Abbiamo affrontato una squadra con un possesso palla eccezionale che è andata a segno dopo dieci minuti. Siamo rimasti in partita giocando con un uomo in meno e abbiamo continuato a tappare le loro fonti di gioco, non permettendogli di entrare in area. Allo stesso tempo abbiamo gestito le forze in vista della parte finale della gara; per la seconda volta siamo rimasti in partita con l'uomo in meno, grazie alla dedizione e all'attenzione di tutti. Ai ragazzi non posso chiedere di più”.

QUATTRO SFIDE INTERESSANTI
“In questo periodo del campionato più o meno tutte le squadre hanno problematiche da gestire. Abbiamo ancora quattro sfide interessanti da sostenere, possono darci la possibilità di finire in bellezza con atteggiamento e comportamento adeguato al blasone del Cagliari”.