Riprendere il cammino

Riprendere il cammino

Riparte da Brescia il campionato del Cagliari. Da quei 29 punti in 19 partite, che valgono il sesto posto in classifica, piazzamento utile per la qualificazione all'Europa League. Gli ultimi risultati negativi hanno un po' guastato la festa e fatto accostare le inseguitrici, ma i cicli vanno e vengono: la squadra di Maran ha una gran voglia di lasciarsi il recente passato alle spalle e tornare all'antico, riacquistando quella brillantezza e spensieratezza alla base dei successi conseguiti in autunno.

IL BRESCIA, UN OSSO DURO
Fare risultato sul campo del Brescia significherebbe anche prendersi una piccola rivincita sportiva sulla sconfitta rimediata all'esordio del campionato; la matricola passò alla Sardegna Arena con un rigore molto discutibile provocato da un tocco col braccio di Cerri. Fu una partita difficile per un Cagliari ancora in fase di assestamento, trasformato dai tanti nuovi arrivi; eppure sarebbe potuta tranquillamente finire in pareggio, per la reazione orgogliosa dei rossoblù, sfortunati in fase di conclusione e ancora di più per aver perso Pavoletti già nel primo tempo. Da allora è cambiato il mondo: il Cagliari, dopo l'altra sconfitta casalinga contro l'Inter, ha inanellato una serie eccellente di risultati positivi, il Brescia è passato nelle mani di Grosso e quindi ancora di Corini. Un osso duro, la squadra lombarda, che è in cerca di punti per tirarsi sopra la zona rossa della classifica. Le statistiche dicono che finora il Brescia si è espresso meglio fuori casa che tra le mura amiche: una sola vittoria contro le tre esterne, ma per la legge dei grandi numeri è un dato che semmai deve alzare l'attenzione dei rossoblù al momento dell'approccio alla partita. A Corini mancherà il figlio d'arte Bisoli, ma rispetto alla gara di fine agosto ci sarà in più un campione come Mario Balotelli, che di ritorno in Italia ha già mostrato di non avere smarrito il fiuto del gol.

RITROVARE FAME E LEGGEREZZA
Il Cagliari deve fare il Cagliari. Ritrovare la fame che l'ha caratterizzato, la sana leggerezza, il gioco in profondità aggressivo e incisivo; riprendersi le certezze inevitabilmente minate dai risultati. Concentrazione e applicazione feroce, per non ripetere gli errori individuali che hanno spalancato la strada agli avversari; massima attenzione e capacità di leggere i vari momenti della gara, che come ripete spesso Maran, vive di diverse partite all'interno di una sola. Il Brescia cercherà senz'altro di metterla sul piano del ritmo, della velocità, con il giovane Tonali in cabina di regia a dirigere le operazioni. I rossoblù dovranno controbattere su colpo e allo stesso tempo fare valere la loro valenza tecnica. Concetti semplici da esprimere a parole che andranno ribaditi ed espressi sul terreno di gioco.

COME SEGUIRE LA GARA
Potrete seguire la web-cronaca di #BresciaCagliari sul nostro sito e sull'app ufficiale disponibile per iOS e Android. Aggiornamenti in tempo reale e contenuti esclusivi dallo stadio "Rigamonti" su FacebookTwitter e Instagram.

Per i tifosi rossoblù in città, appuntamento al Cagliari 1920 Store del Largo Carlo Felice per guardare tutti insieme la partita.