Maran: “Contro l’Hellas massima attenzione”

Maran: “Contro l’Hellas massima attenzione”

Tra i 25 convocati per la partita contro l'Hellas Verona, tornano Radja Nainggolan e Daniele Ragatzu. La vittoria col Napoli ha dato ancora più entusiasmo all'ambiente per la soddisfazione di Rolando Maran: “L'entusiasmo è un carburante, ma tutto passa attraverso il lavoro. Ho visto la squadra preparare questa partita nel modo migliore, allenandosi a mille all'ora: ovviamente la gara col Napoli è stata dispendiosa sul piano fisico e rispetto al Verona abbiamo un giorno in meno di recupero, dunque dovrò valutare bene le scelte di formazione”.

REWIND SUL NAPOLI
“Ci siamo prodigati in tutte le zone del campo, abbiamo tenuto palla soprattutto nel primo tempo. Chiaramente poi alcuni avversari ti portano ad abbassarti: il Napoli è uno di questi, in alcuni aspetti dobbiamo ancora acquisire la convinzione giusta. Però se riusciamo a capitalizzare il gioco creato, automaticamente diventiamo più bravi. Mercoledì sera, per esempio, la squadra ha dimostrato di credere sempre nella possibilità di fare risultato: all’87’ abbiamo portato sei uomini nella metà campo avversaria, quattro a saltare all'interno della loro area di rigore".

L'ESULTANZA A FINE GARA
“Ho esultato al fischio finale perché ero contento per noi e per i nostri tifosi. Questa terra mi ha trasmesso tanto entusiasmo, per me è stata davvero una gioia da celebrare insieme ai ragazzi e a questa città. Viviamo della spinta che ci danno loro, sono orgoglioso di allenare questa squadra”.

UNA GARA INSIDIOSA
“I numeri del Verona sono buoni, i punti non rispecchiano quanto i gialloblù hanno fatto finora. Le squadre di Juric partono sempre forte, subiscono pochissimo; l'Hellas è un avversario difficile da incontrare, è quadrato, pressa a tutto campo. Mi immagino una partita sporca, dove dovremo essere bravi ad uscire dalla loro pressione. Sappiamo che la gara successiva a quella di un'impresa come quella col Napoli è sempre più difficile e insidiosa: non dobbiamo temerla ma affrontarla con la massima attenzione. Dovremo essere perfetti”.

MIGLIORARE ANCORA
“Non dobbiamo cullarci sui nostri risultati, al contrario devono essere una motivazione per fare meglio. Siamo consci delle mille difficoltà da superare in ogni partita, dobbiamo confermare i nostri numeri e migliorarli”.