Pisacane: “Un tempo per ciascuno”

Pisacane: “Un tempo per ciascuno”

Fabio Pisacane, alla prima da titolare quest’anno, ha fornito il solito ottimo contributo ed è stato costretto ad abbandonare il campo alla fine, vittima di crampi. “Questi crampi sono figli della tensione, del tanto lavoro svolto nella prima parte della partita. Mi è dispiaciuto lasciare la squadra in quel momento, in una partita incanalata sullo 0-0 ci sono anche degli equilibri da salvaguardare ma è stato giusto uscire. Per me questa gara era importante, avevo giocato solo ad Empoli dove avevo rimediato una distorsione al ginocchio che per un mese non mi ha permesso di essere al top della condizione. Ho cercato di farmi trovare pronto alla chiamata, come sempre”.

CALO NELLA RIPRESA
“Non siamo robot, un calo dopo aver giocato 45’ ad alti ritmi è fisiologico. Semmai il rammarico è non avere finalizzato le occasioni costruite: quando si gioca così bisognerebbe fare almeno un gol perché poi squadre tecnicamente attrezzate come la Sampdoria vengono fuori e ti creano problemi”.

I PAREGGI ALLA SARDEGNA ARENA
“Fosse dipeso interamente da noi avremmo voluto regalare ai nostri tifosi solo vittorie; è vero che abbiamo affrontato in casa sempre grandi squadre, noi abbiamo offerto ottime prove, alcune avremmo potuto vincerle, purtroppo non è andato come speravamo. Il campionato è lungo, difficile, ma siamo tranquilli, sappiamo di avere una vera identità, la mano del mister si vede. Sono sicuro che prima o poi mostreremo i nostri valori e reciteremo un ruolo da protagonisti”.

GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO
“Mi fanno piacere, sono qui da quattro anni e mi sento a casa. Il tifoso ha riconosciuto il mio impegno, sa che cerco di dare sempre il massimo”.

SABATO TRASFERTA A MILANO
“L’Inter è una squadra di vertice, ci prepareremo al meglio per affrontarla nel modo migliore. Non avremo molto tempo per recuperare dalla fatica, punteremo sulla forza del gruppo per complicare la vita alla squadra nerazzurra”.