Cragno: "Abbiamo lottato sino alla fine”

Cragno: "Abbiamo lottato sino alla fine”

La grande parata di Alessio Cragno sul rigore di Matri non è stata sufficiente per raccogliere punti contro il Sassuolo. Rimane la prodezza del portiere rossoblù, che ha bissato l’ottima prova di Ferrara. “Sto lavorando bene col mister Dei, cerco di dare il mio contributo alla squadra. Avevamo come sempre studiato i rigoristi avversari in settimana: è andata bene sul primo penalty, purtroppo il secondo Matri l’ha messo dentro. La parata più difficile? Sul colpo di testa ravvicinato di Missiroli, all’inizio. Sono contento per la mia prestazione ma avrei preferito non effettuare nemmeno una parata e vincere la partita”.

Una sconfitta che fa male, ma Cragno rende i giusti meriti all’avversario. “Il Sassuolo è una buonissima squadra, molto aggressiva. Ha fatto la sua partita, noi la nostra, a viso aperto: la differenza è stata che noi non siamo riusciti a capitalizzare le occasioni. La nostra prova è stata buona, è mancata anche un po’ di fortuna. Dispiace perché era una partita nella quale dovevamo fare punti. Appagamento? No, al limite un po’ di stanchezza, ma la squadra ha lottato sino al 96”.

Domenica subito l’occasione per il riscatto, contro il Chievo, sempre alla Sardegna Arena. “Ce la vedremo contro un’altra squadra che deve salvarsi. Per far bene servirà ripartire dalle cose buone fatte oggi e avere un po’ più di cinismo”.