Pavoletti: “Ho voluto solo il Cagliari”

Pavoletti: “Ho voluto solo il Cagliari”

Le prime parole di Leonardo Pavoletti nella conferenza stampa sono di ringraziamento: “Per il Presidente, per il DS Rossi e per i tifosi che ieri sera sono venuti all’aeroporto per salutarmi e mi hanno accolto in un modo così caloroso. Grazie davvero a tutti”.

UNA SCELTA DECISA
“Conosco la squadra, ha un grande valore tecnico e umano. Poi ho sempre visto Cagliari come una bella piazza, dove si può lavorare bene e c’è un progetto serio. Ho firmato per cinque anni, significa che non voglio essere di passaggio ma essere parte integrante di questo progetto e dare il mio contributo. Aggiungo il clima della città: amo il sole e il mare, quando la mattina ti svegli con il sole è già una bella giornata”.

UN GRUPPO CHE PUÒ FAR BENE
Leonardo è l'acquisto più costoso della storia rossoblù: “Non credo che sia una responsabilità, semmai la prova ulteriore di quanto il club abbia puntato su di me. Allenandomi oggi con i nuovi compagni ho constatato come ci siano altri giocatori forti che valgono la cifra spesa per me. Sono solo uno dei tanti di questo gruppo che può fare davvero molto bene”.

A COLLOQUIO CON RASTELLI
“Abbiamo parlato di quel che mi chiederà in campo. Io sono a disposizione, voglio essere un aiuto per tutti. Sono sicuro che se do una mano alla squadra, poi la squadra ricambierà facendomi segnare dei gol”.

IL CAGLIARI PRIMA DI TUTTO
“Sono venuto qui per giocare con la maglia rossoblù. Naturalmente fare bene significherebbe mettersi in mostra per l’azzurro, dato che l’anno scorso sono stato chiamato qualche volta: ho 28 anni, non credo di avere in futuro troppe possibilità. Ma il mio primo pensiero, lo ribadisco, è per il Cagliari”.

IL RITMO PARTITA
Leonardo spera di essere più su in condizione per la sfida contro il Crotone. “Non vedo l’ora che arrivi il 10 settembre. Ricevere un’accoglienza simile da parte dei tifosi non mi era mai capitato: il contributo del pubblico è importante. Vorrei iniziare a restituire qualcosa”.