Nulla da fare per la Colombia di Victor Ibarbo. I "Cafeteros" hanno perso 2-1 nei quarti di finale contro il Brasile e sono usciti dai Mondiali. A testa altissima, è il caso di dirlo, perchè i ragazzi di Pekerman hanno fatto sudare una formazione brasiliana scesa in campo con un piglio diverso rispetto alle partite precedenti, più decisa e convinta dei propri mezzi. Sul 2-0 per il Brasile, fissato dai gol dei difensori centrali Thiago Silva e David Luiz, la partita sembrava finita: l'ha riaperta al 79' un rigore trasformato da James Rodriguez e negli ultimi dieci minuti i colombiani si sono rovesciati all'attacco, senza però trovare la rete che avrebbe significato i supplementari.

Victor Ibarbo, schierato titolare da Pekerman come centrocampista di sinistra, ha giocato solo i primi 45' dell'incontro, per poi lasciare il posto alla punta Ramos. Una frazione difficile per Victor così come il resto della squadra davanti a un Brasile indiavolato; ma la Colombia ha saputo rispondere colpo su colpo, confermandosi una delle compagini più brillanti di tutta la competizione. Solo applausi alla fine per i "Cafeteros", presentatisi sul palcoscenico mondiale, doveroso ricordarlo, senza l'uomo più rappresentativo, Radamel Falcao.