Albin Ekdal non c'era, ma i suoi compagni di Nazionale gli hanno fatto un grande regalo. La Svezia infatti ha battuto l'Austria 2-1, grazie al gol decisivo di Ibrahimovic sul finire di gara, e si è conquistata un posto per i play-off Mondiale di novembre. Dove ci sarà sicuramente anche Albin, attualmente ai box per l'infortunio rimediato a Livorno.

E' andata male invece ad Agim Ibraimi. La sua Macedonia, già da tempo tagliata fuori dalla lotta per la qualificazione, è stata sconfitta di misura, 1-0, sul campo del Galles. Agim ha giocato tutti i 90 minuti. Adesso i macedoni per evitare l'ultimo posto devono andare a fare risultato in Serbia, martedì, nell'ultima partita del girone. All'andata fu proprio Ibraimi a segnare la rete vincente di questo sentitissimo "derby" tra due repubbliche dell'ex Jugoslavia.

Davide Astori è rimasto in panchina nel rocambolesco 2-2 ottenuto dall'Italia sul campo della Danimarca. Ha staccato il pass per Brasile 2014 il Belgio, andando a vincere in Croazia. Adesso Radja Nainggolan ha sette mesi di tempo per convincere il ct Wilmots di meritarsi un posto tra i 23 convocati.

Il Cile di Mauricio Pinilla (rimasto anch'egli in panchina) ha gettato al vento una grandissima occasione per qualificarsi con un turno di anticipo. In vantaggio di tre gol a Barranquilla, la Roja, rimasta in dieci per l'espulsione di Carmona, si è fatta raggiungere sul 3-3, complici due rigori trasformati da Falcao. Colombia ai Mondiali e per Victor Ibarbo vale lo stesso discorso fatto per Nainggolan; il Cile è quasi dentro, deve solo battere l'Ecuador martedì sera a Valparaiso per qualificarsi.