Pokerissimo della Primavera

Pokerissimo della Primavera

Con una prestazione di enorme grinta e qualità sin dall’avvio, la Primavera rossoblù vince 5-1 con la Fiorentina e torna a sorridere dopo due sconfitte immeritate di misura, riscattando alla grande il pesante rovescio dell’andata.

LE SCELTE
Senza Tramoni e con Masala ancora non al top, che parte dalla panchina, Agostini ritrova Luvumbo accanto Delpupo, Contini e Desogus nel poker offensivo. In difesa, dietro il duo Conti-Kourfalidis, ci sono capitan Boccia con Palomba-Cusumano centrali e Michelotti a sinistra.

CAGLIARI FLASH
Parte fortissimo la squadra rossoblù, meno di 2’ e Delpupo irrompe sulla trequarti e subisce fallo: tiro a giro di Conti che toglie le ragnatele dal sette per l’1-0. La Fiorentina reagisce ma non crea grattacapi a Ciocci, se non un cross dove la difesa non è reattiva e Di Stefano non arriva di un soffio, al 12’. Al 21’ Conti prende la traversa direttamente dalla bandierina, su corner guadagnato dalla prima sortita di Luvumbo, dopo che Contini aveva calciato bene sul primo palo ma trovando Brancolini pronto. Al 28’ l’arbitro non concede penalty per atterramento di Contini e al 34’, in un momento di stanca, la Fiorentina pareggia: tiro da fuori di Bianco, deviazione che beffa Ciocci. I rossoblù non si perdono d’animo e al 38’ sono di nuovo avanti: Delpupo è super in transizione, tenendo botta e girandosi, apertura per Desogus che calcia da fuori colpendo la traversa, tap-in di Contini sul palo, altra ribattuta di Luvumbo stavolta vincente. Al 42’ è Delpupo a crossare benissimo da destra, Desogus colpisce fuori di poco.

RIPRESA A SENSO UNICO
Desogus dopo 4’ di ripresa si mette in proprio, palo-rete e 3-1 rossoblù, dopo che già nelle prime battute il Cagliari aveva azzannato l’avversario. Monologo sardo, perché la Fiorentina fatica a reagire con incisività, se non al 58’ quando Ciocci toglie un tiro insidioso dal limite dell’area. La prodezza del portiere arriva però poco: rigore che vola a togliere dall’angolino alla sua  destra con un balzo da campione. Di fatto la gara finisce qui, perché la battaglia è feroce ma senza occasioni da ambo le parti, fino all’80’ quando Masala scappa in contropiede a pochi minuti dall’ingresso in campo, dribbling e rigore che Contini trasforma in sicurezza. L’apoteosi finale è al 92’, ancora Masala in campo aperto, Delpupo sul filo del fuorigioco non perdona Brancolini per una rete meritata anche a livello personale.

Vittoria di peso e prestigio, fondamentale per ripartire in classifica e approcciare l’impegno di mercoledì alle 14, quando nel recupero della diciassettesima arriverà il Bologna, con inizio alle 14.

IL TABELLINO

Cagliari: Ciocci, Palomba, Michelotti, Boccia, Conti (83': Sangowski), Cusumano, Desogus (61': Cavuoti), Kourfalidis (73': Schirru), Contini (83': Kouda), Del Pupo, Luvumbo (73'. Masala). A disp. D'Aniello, Fusco, Piga, Zallu, Iovu, Sulis, Piroddi. All. Agostini. 

Fiorentina: Brancolini, Giordani (51': Gentile), Ponsi (79': Toci), Chiti, Fiorini, Corradini, Milani (51': Agostinelli), Bianco, Spalluto (79': Frison), Di Stefano, Neri (73': Tirelli). A disp. Ricco, Fogli, Gabrieli, Ghilardi, Krastev, Amatucci. All. Aquilani. 

Arbitro: Claudio Panettella sez. di Gallarate (VA)

Ammoniti: 18': Michelotti (C)

Reti: 2' Conti (C); 34' Bianco (F); 38' Luvumbo (C); 47' Desogus (C); 80' Contini (C); 92' Delpupo (C)