Canzi: “Concreti e cinici”

Canzi: “Concreti e cinici”

Tre punti utilissimi in chiave salvezza, conquistati a spese della seconda in classifica: un successo che fa il bis con quello ottenuto all'andata. Il mister della Primavera rossoblù Max Canzi al termine della partita casalinga con la Fiorentina plaude alla concretezza dei suoi: “Finora per vincere avevamo dovuto sfoderare grandissime prestazioni, oggi abbiamo giocato una partita più che dignitosa, anche se non eccezionale, eppure abbiamo vinto. Tra l'altro, contro quella che dal punto di vista tecnico è forse la squadra migliore del campionato. Il calcio è così”.

L'ANALISI DELLA PARTITA
“Siamo partiti bene, poi abbiamo sofferto sia nella seconda metà del primo tempo che ad inizio ripresa. Il rigore del vantaggio è arrivato nel nostro momento peggiore. Da lì abbiamo fatto vedere le cose migliori, ma dopo il 2-0 è venuto un po' di braccino. D'altronde ci sta che una squadra come la Fiorentina cerchi di fare tutto il possibile per rimettere in piedi la partita e ti metta in difficoltà: non a caso, hanno avuto un paio di buone occasioni per segnare il 2-2. Ai punti il pareggio sarebbe stato più giusto però altre volte non avevamo raccolto niente pur meritando un risultato positivo, stavolta è girata bene per noi”.

LA SITUAZIONE DI CLASSIFICA
“Al momento, in attesa delle partite di domani, siamo a +11 sulla zona play-out. La classifica dice che siamo più vicini ai play-off ma il nostro obiettivo primario rimane la salvezza: dobbiamo prima chiudere questo discorso, poi potremmo eventualmente concentrarsi su altro”.

SABATO IL PALERMO AD ASSEMINI
“I rosanero sono un osso duro. Puntano tutto sulla corsa e sullo spirito di squadra: non stanno andando benissimo ma restano un avversario temibile. Giocheremo alle 11 ma nessun problema, l'orario di inizio non cambia nulla”.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA