La Primavera pareggia a Perugia

La Primavera pareggia a Perugia

La Primavera rossoblù pareggia 1-1 sul campo del Perugia. Un buon punto tutto sommato, conquistato contro un avversario forte e tenace; rimane però il rimpianto per un rigore non concesso a meno di un quarto d'ora dal termine per un atterramento di Riccardo Doratiotto, che avrebbe potuto cambiare le sorti del match.

Perugia subito pericoloso con tiri di Amodio e Berci Dan parati da Daga. Poi si fa vivo l'estremo sinistra Traorè, con due conclusioni: la prima fuori, la seconda neutralizzata dal portiere. Al 19' Konate da fuori area tira senza centrare il bersaglio. Primo squillo del Cagliari al 20': punizione di Marongiu che non inquadra la porta. Al 33' ci prova Riccardo Doratiotto senza fortuna,

Sostanzialmente meglio il Perugia nella prima parte.

Al 4' della ripresa però è il Cagliari a sbloccare il risultato: Riccardo Doratiotto supera il portiere con un tiro da fuori area. Dopo l'intervallo Canzi aveva fatto entrare Fini al posto di Tetteh.

Il pareggio del Perugia è al 68', firmato da Patrignani. Il cui tiro, fortuitamente deviato da un giocatore rossoblù, spiazza Daga. Praticamente la stessa azione dell'andata, che aveva dato la vittoria al Perugia al 3' di recupero.

Il Cagliari però gioca meglio rispetto al primo tempo e prova a cercare la vittoria. Al 74' dentro Dervishi per Camba. Al 77' l'episodio più dubbio: Riccardo Doratiotto si presenta solo davanti a Bocci, lo salta in dribbling e cade toccato dal portiere: l'arbitro ammonisce il giocatore rossoblù per simulazione. Negli ultimi minuti non accade nulla di rilevante. Il Cagliari sale a quota 32 punti, sabato prossimo arriva ad Asseminello l'Avellino.

Il commento post-partita del tecnico Canzi: “Per quel che si è visto sul campo il risultato è giusto, meglio loro nel primo tempo, più brillanti noi nella ripresa. Tuttavia sono gli episodi a determinare il risultato delle partite e devo dire che c'era un rigore netto a nostro favore non rilevato. Comunque il punto non è da buttare via, siamo rimasti imbattuti in un campo difficile e abbiamo mosso la classifica, rispetto al girone d'andata abbiamo un punto in più. Il cambio Tetteh-Fini? Avevo bisogno di più dinamismo in mezzo al campo e abbiamo giocato con due esterni abbassando Mastromarino”.

PERUGIA: Bocci, Santini (64' Sbordone), Berci Dan, Achy, Ranocchia, Patrignani, Konate, Ceccuzzi, Orlandi (79' Barbarossa), Amadio (93' Settimo), Traorè.

CAGLIARI: Daga, Kouadio, Pitzalis, Antonini Lui, Marongiu, Cadili, Tetteh (46' Fini), Porcheddu, Camba (74' Dervishi), Mastromarino, R. Doratiotto.

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale.

RETI: 49' R. Doratiotto, 68' Patrignani.