INTERVISTA 🎙️

INTERVISTA 🎙️

Intervenuto dopo l’amichevole giocata dai rossoblù in casa della Villacidrese, Filippo Falco parla così sul momento della squadra e personale, in vista della sfida di sabato contro il Südtirol.

IN CRESCITA
“Sicuramente quest’anno ho pagato un po’ la condizione iniziale non ottimale, poi ho avuto anche una ricaduta e così sono dovuto stare fuori parecchio. L’amichevole di oggi mi è servita per mettere un po’ di benzina nelle gambe, sono contento delle risposte avute. Sono a disposizione della squadra, adesso c’è bisogno di tutti per il rush finale. Sento di migliorare giorno dopo giorno, la gara ufficiale ti dà il ritmo giusto ed è il miglior allenamento, la condizione c’è e sarà il mister a decidere per quanti minuti posso essere utile al gruppo”.

MOMENTO TOPICO
“Quest’anno la Serie B è difficilissima, ci sono molte squadre attrezzate. Abbiamo sei scontri diretti nelle ultime otto ma, come ha detto il direttore, nelle prossime quattro capiremo dove possiamo arrivare. Il Suditirol è una squadra che si è ambientata benissimo alla caletterai, poi quando c’è entusiasmo e le cose vanno bene si va ancora più forte. Loro arriveranno in Sardegna con l’intenzione di fare risultato, a differenza nostra si chiuderanno maggiormente per ripartire, dovremo essere bravi a provare a scardinare la difesa come all’andata, quando loro recitarono lo stesso copione. Noi siamo pronti e preparati per portare a casa i tre punti”.

GRUPPO FORTE
“Siamo un grande gruppo e lo stiamo dimostrando. Ci alleniamo tutti bene, chi gioca di meno o chi gioca di più, e remiamo tutti dalla stessa parte. Quello che conta è raggiungere l’obiettivo che ci siamo posti, la cosa che più conta per noi e per la gente che ci supporta. Vivere giornate come questa è bellissimo perché diamo l’opportunità di venirci a vedere durante la settimana in giro per la Sardegna e non solo allo stadio. Sicuramente ci saranno altre occasioni e sarà sempre un piacere”.

SOLD OUT
“I tifosi sono il nostro dodicesimo uomo in campo. La vittoria è quello che merita la nostra gente e speriamo che arrivino tre punti importanti anche sabato come nelle precedenti due partite. Il mio ruolo? Nasco trequartista dietro le due punte, ho agito anche da seconda punta, in generale mi adatto a tutto e oggi nel finale ho fatto anche la prima punta perché Prelec era stanco e non avevamo ricambi viste le assenze di Pavoletti e Lapadula”.