Pisacane: "Una partita da vincere assieme"

Pisacane: "Una partita da vincere assieme"

Fabio Pisacane protagonista su Sky Sport. Il difensore ha parlato del difficile momento legato all’emergenza coronavirus, partendo della sua esperienza di vita, quando a 14 anni ha combattuto e vinto contro un male difficile, la sindrome di Guillan Barré: “A chi sta lottando posso dire che io all’epoca ero poco più che un bambino. La differenza allora la fece la mia voglia di vivere e il supporto dei miei cari. La cosa più terribile oggi è che chi lotta contro questo nemico invisibile lo deve fare nella solitudine. È una partita dura, per questo almeno idealmente dobbiamo restare uniti”.

L’IMPORTANZA DELLA FAMIGLIA
“Sto facendo il papà a tempo pieno, di solito non riesco a essere presente quanto vorrei. Non è un peso, anzi: con i miei figli sto bene. Leggo un po’ di ironia sul web sulla fatica di intrattenerli, ma per me sono la gioia più grande. Vorrei che imparassero da questa esperienza quello che cerco sempre di trasmettergli: dare valore alle cose semplici”. 

MAI MOLLARE
“Le paure che ho dovuto superare nella mia vita sono il fuoco che mi spinge ad allenarmi sempre, anche e soprattutto in vacanza. Sono diventato molto meticoloso nella cura dei dettagli. Temo sempre di prendere qualche chilo, perciò non mi fermo mai. Arrivare in serie A per me è stato come scalare l’Everest, perciò è stato ancora più bello arrivarci”.

PIÙ FORTI DI PRIMA
“A me piace parlare sempre di stati d’animo, sono il motore che fa andare avanti. Una predisposizione d’animo giusto ti mette nelle condizioni migliori per affrontare la vita. Mi auguro che questo momento insegni a tutti ciò conta di più: l’aiutarsi, essere altruisti. Siamo un paese fantastico e lo stiamo dimostrando anche adesso. Sono fiducioso, da questa batosta ne usciremo più forti”.

GUARDA IL SERVIZIO INTEGRALE