Bottino pieno per il Cagliari nella trasferta di Venezia. I rossoblù battono i lagunari per 2-1 e si rilanciano in classifica e ottenendo la seconda vittoria consecutiva in campionato. Il Venezia ridotto in dieci dal 63’ per l’espulsione di Brellier ha comunque dimostrato un grande carattere tenendo in apprensione il Cagliari fino ai minuti di recupero.

 

La cronaca. Primo tempo dai ritmi abbastanza bassi, le due squadre pensano maggiormente a non scoprirsi e raramente si affacciano nell’area avversaria. Bisogna aspettare al 28’ per vedere il primo tiro in porta: bella volata di Poggi che fa partire un tiro ottimamente respinto dall’intervento in scivolata di Maltagliati. Al 34’ Lopez si fa ammonire per un entrata durissima ed essendo già diffidato dovrà saltare il prossimo incontro. Poco dopo anche Reja è costretto ad abbandonare il campo, infatti l’arbitro Moranti lo allontana dal terreno di gioco per le eccessive proteste. Al 40’ arriva il vantaggio rossoblu su un azione molto bella: Esposito si invola sulla destra, entra in area e mette rasoterra al centro, Suazo finta il tiro e fa velo per l’accorrente Albino che da posizione centrale fa partire il destro vincente che porta in vantaggio il Cagliari.

 

La ripresa sembra iniziare nel migliore dei modi per il Cagliari: subito due occasioni prima Lopez di testa dal calcio d’angolo, parato dal portiere lagunare e poi Zola da buona posizione si fa rimpallare il tiro da un difensore. Al 50’ Esposito spreca clamorosamente da due passi un colpo di testa apparentemente facilissimo. Al 63’ il Venezia rimane in dieci, Brellier atterra Suazo lanciato a rete e viene espulso per doppia ammonizione. Tutti si aspettano la tranquillità invece il Venezia non molla e tenta di reagire, ma sono sui piedi del Cagliari le migliori occasioni prima Albino spreca il raddoppio su azione fotocopia del primo goal, poi all’87’ arriva il goal di Bianchi che appoggia in rete di testa un cross di Zola autore di una splendida azione personale sulla sinistra. La partita sembrerebbe finita, ma Poggi la riapre con un bel diagonale che sorprende Pantanelli. Gli ultimi minuti vedono il Cagliari controllare con affanno le sfuriate di un generoso Venezia.

 CLASSIFICA