Gara di Coppa

Gara di Coppa

L’estate sta finendo, almeno per quel che riguarda il calcio. Niente più test amichevoli dove il risultato non conta; da stasera si gioca invece per proprio per il risultato, se non per i 3 punti, almeno per il passaggio di un turno di Coppa. Terzo turno di TIM Cup, che vede impegnati anche i rossoblù, a Torino, col fascino della gara secca. L’avversario è di tutto rispetto: il Palermo, appena retrocesso che vuole subito riprendersi il posto nella massima serie. Il telaio è quello dell’anno scorso, con sempre in forza Nestorovski, il bomber macedone autore di 11 gol al debutto nel campionato italiano. Nuovo anche l’allenatore, Bruno Tedino, ex tecnico delle giovanili azzurre, proveniente dal Pordenone. Una squadra da rispettare e da affrontare con la massima applicazione. Naturalmente non è pensabile che il Cagliari possa essere quello del campionato, se non altro perché la stagione è appena cominciata, però è auspicabile il passaggio del turno che consentirebbe il proseguimento dell’avventura in TIM Cup. Massimo Rastelli si attende nuove risposte in vista del campionato: cominciare col piede giusto anche la stagione del calcio con qualcosa in palio sarebbe una bella iniezione di fiducia. Tecnicamente il Cagliari gioca in casa, anche se la sede dell'incontro è Torino: scelta obbligata, in attesa dell’inaugurazione della Sardegna Arena.

Potrete seguire la web-cronaca di #CagliariPalermo sul nostro sito e sull'app ufficiale disponibile per iOS e Android. Aggiornamenti in tempo reale e contenuti esclusivi dallo stadio "Olimpico Grande Torino" su FacebookTwitter e Instagram.

Nella notte di Torino ci sarà spazio anche per l’eccellenza artigianale sarda. Prima della gara infatti, verrà consegnato al capitano della squadra rosanero una colombella intagliata su legno opera di Antonello Puddu mastr’e linna. Con lui prosegue l’antichissima arte della decorazione ad intaglio impiegata in particolare nella riproduzione delle tipiche casse nuziali. I suoi lavori costituiscono una forma d’arte rispettosa della tradizione ma con l’introduzione di elementi di innovazione in linea con la storia artigianale locale: mobili, arredi intagliati, giocattoli in legno, oggetti artistici decorativi, complementi d’arredo intagliati in policromia, realizzati con scalpelli secondo le procedure tradizionali. Nella scelta e realizzazione del disegno, “sa mustra”, l’artigiano si esprime con grande passione e competenza.