Sau: "La fascia da capitano è un onore"

Sau: "La fascia da capitano è un onore"

Marco Sau ha rilasciato una lunga intervista al sito www.gianlucadimarzio.com, nella quale il bomber ha toccato vari argomenti. “L’astinenza de gol? A volte può essere sfortuna, altre magari non sei stato sufficientemente bravo e freddo. Tengo anche una terza opzione, il modo di giocare. Nel calcio ci vuole un pizzico di fortuna, anche nel fare gol: ci sono periodi in cui basta sfiorare il pallone ed entra, altre in cui fai più fatica perché magari arrivi stanco all'appuntamento. Ai tifosi dico che sono il primo a soffrire quando non vinciamo e quando non riesco a segnare. Indossare la maglia rossoblù significa giocare per la squadra che sogni fin da bambino e per una terra che ami”.

Indisponibile Dessena, ne ha raccolto l'eredità di capitano. “La fascia pesa e non mi sento ancora pronto per identificarmi come punto di riferimento. Metto a disposizione tutta la mia esperienza, ma se guardo chi l'ha portata prima di me mi vengono i brividi. E' un grandissimo onore e spero con il mio comportamento di essere all'altezza".

Obiettivo per il futuro: “Voglio entrare il più possibile nella storia del Cagliari e segnare tanti gol. Puntare Riva e Suazo? Obiettivo difficile, ma non nascondo che mi piacerebbe".